Le botteghe letterarie per la via dei Librai

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Novità ed Eventi

Le botteghe letterarie per la via dei Librai. Un appuntamento sul Cassaro alto, ideato dai Soci dell’Associazione Cassaro Alto che avvia un percorso che durerà tutto l’anno con la prospettiva di recuperare la vocazione naturale dell’antico Cassaro alla promozione della cultura del libro valorizzando anche le botteghe e le attività dei soci.

In vista della II edizione de La via dei Librai, il secondo appuntamento del ciclo de Le botteghe letterarie per la Via dei Librai. Partecipano Domenico Conoscenti, autore di “Quando mi apparve amore” (edizioni Mesogea) e Giorgio D’Amato, autore di “Cernia Tossica” (edizioni Mesogea), Maurizio Zacco, Francesco Lombardo e la libraia Susan Vaccaro.

L’appuntamento è promosso dall’associazione Cassaro Alto con la Libreria Vaccaro, in collaborazione con Editori allo scoperto e Ballarò di Primavera 2017. (info: laviadeilibrai@libero.it, www.cassaroalto.it).

Schede libri:

Domenico Conoscenti, Quando mi apparve amore, edizioni Mesogea.

Scritti nell’arco di diversi anni, i racconti di Domenico Conoscenti avvincono e spiazzano muovendosi nel territorio avventuroso dei sentimenti e dei turbamenti dei personaggi che ora avanzano, ora affondano nella  ricerca e nello smarrimento dell’identità, quella degli individui come quella delle comunità e dei luoghi. Racconti che si aprono e chiudono come ferite dell’anima, restituendoci la topografia di una Palermo poco nota, umbratile teatro di sofferti rapporti d’amore. L’omosessualità vi irrompe con forza di linguaggio, e di linguaggio amoroso che prende corpo e voce sporgendosi sull’abisso dell’ingiustizia.

Giorgio D’Amato, Cernia Tossica, edizioni Mesogea.

Il nuovo romanzo di Giorgio D’Amato percorre il ventennio berlusconiano attraverso l’attrazione fatale di Rosanna – giovane colta e di sinistra – per Germano, ragazzo bello, furbo, con il fiuto per gli affari e i soldi facili.
Lui è la mente che coglie tutte le opportunità tra le maglie sempre lasche delle leggi, lei una sorta di redattrice fantasma che traduce i suoi progetti economico-criminosi in business plan e rendiconti burocratici.
Storia di una «relazione pericolosa» e del fascino rovinoso della corruzione, Cernia tossica ci riporta con acutezza e lucidità a questioni come il boom dei «diplomifici» e l’intossicazione universale da «finanza derivata».

https://www.facebook.com/libroteca.vaccaro

La via dei Librai sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Novità ed Eventi

La II edizione de La via dei Librai si svolge sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura.

Il Centro per il libro e la lettura – istituito con DPR n. 233/2007 e Regolamentato dal DPR n. 34/2010 – è un Istituto autonomo del Ministero dei Beni Culturali e delle Attività Culturali e del Turismo che dipende dalla Direzione Generale Biblioteche e Istituti culturali.
Il Centro ha l’obiettivo di attuare politiche di diffusione del libro e della lettura in Italia, nonché di promuovere il libro e la cultura italiana all’estero, proponendosi come punto di riferimento per il mondo professionale in tutte le sue diverse e molteplici componenti, luogo di incontro, di dialogo e di scambio per gli operatori pubblici e privati che quotidianamente operano nei vari ambiti della produzione, della conoscenza e della diffusione del libro. Principale compito del Centro – coerentemente con le priorità politiche del Ministero – è quello di “promuovere  politiche di diffusione del libro, della cultura e degli autori italiani” e di “realizzare iniziative e campagne informative per sensibilizzare e incentivare i giovani alla lettura”.

L’Università degli Studi di Palermo collabora alla II edizione de La via dei Librai.

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Novità ed Eventi

In riferimento alla vostra gradita richiesta con vivo compiacimento apprezzando le finalità del progetto, comunico la volontà a collaborare attivamente in sinergia con la Palermo University Press alla seconda edizione dell’iniziativa “La via dei Librai” che si terrà a Palermo il 22 e 23 aprile 2017.

Ho inoltre i piacere di concedere il gratuito patrocinio di questo Ateneo dando dando disposizione agli uffici di inoltrare il logo che quest’anno estende l’impegno di Palermo Città Universitaria al prestigioso titolo di “Capitale Italiana dei Giovani”.

Con queste parole il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, prof. Fabrizio Micari, si è rivolto all’Associazione Cassaro Alto, inaugurando così una collaborazione tra l’Ateneo e il territorio del Cassaro Alto.

La Via dei Librai, 22/23 aprile 2017, Bando di Partecipazione

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Novità ed Eventi

Nel cuore del centro storico di Palermo, tra Porta Nuova e il Teatro del Sole, sabato 22 e domenica 23 aprile si terrà la II edizione de La via dei Librai. Promossa dalla Associazione Cassaro Alto in adesione alla Giornata Mondiale UNESCO del Libro e del Diritto d’Autore, ha segnato un momento di “cambiamento” nel rapporto tra Palermo e il Libro.

La scorsa edizione ha registrato la presenza di oltre 30.000 visitatori e 65 espositori tra librai, editori, scuole, istituzioni culturali di primaria importanza, università.

Scarica il Bando-Via-dei-Librai-2017 in pdf.

 

Patrimonio dei Palermitani. Patrimonio dell’Umanità.

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Uncategorized

DICHIARAZIONE DI ECCEZIONALE VALORE UNIVERSALE

“L’insieme degli edifici costituenti il sito di ‘Palermo arabo-normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale’ rappresenta un esempio materiale di convivenza, interazione e interscambio tra diverse componenti culturali di provenienza storica e geografica eterogenea.

Tale sincretismo ha generato un originale stile architettonico e artistico, di eccezionale valore universale, in cui sono mirabilmente fusi elementi bizantini, islamici e latini, capace di volta in volta di prodursi in combinazioni uniche, di eccelso valore artistico e straordinariamente unitarie.

Il sincretismo arabo-normanno ebbe un forte impatto nel medioevo, contribuendo significativamente alla formazione di una koinè mediterranea, condizione fondamentale per lo sviluppo della civilta à mediterraneo-europea moderna”.

(© Dossier di Candidatura per l’iscrizione nella World Heritage List del sito seriale Palermo Arabo- Normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale, dicembre 2014).