Libri in piazza a Mondello, un esperimento riuscito

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Novità ed Eventi

Tanto sole, tanta gente, tanti libri. Un esperimento alla ricerca delle interconnessioni possibili. I libri, con i librai e gli editori, hanno coinvolto la borgata di Mondello che per la prima volta si confronta con una manifestazione di questo tipo.

Due giorni intensi, ricchi di appuntamenti con decine di persone che hanno seguito le presentazioni dei libri attorno alla fontana della Sirenetta. La Via dei librai – per Palermo, prima tappa a Mondello, vai in archivio con un bilancio che soddisfa gli organizzatori del comitato, dell’associazione Cassaro alto e della Proloco della borgata marinara, con la collaborazione di Ali e Significa Palermo. L’ultimo giorno è stato caratterizzato da due eventi che hanno coinvolto la platea, andata esaurita anche nel sabato sera nei posti a sedere e con tanti altri spettatori in piedi a seguire gli eventi.
A catturare l’attenzione ci ha pensato prima uno degli ultimi pescatori di Mondello, Totò Arcoleo, che ha ammaliato il pubblico con i suoi racconti di pesca e le istruzioni su come riparare le reti o usare una nassa per la cattura dei crostacei. Un modo per valorizzare l’identità della borgata, e quai valori del territorio che sono lo spirito del modello della Via dei librai sperimentato nelle sette edizioni sul Cassaro.
“Un libro che ti cambia la vita” invece è il nuovo format che ha esordito con Gery Palazzotto e Giulio Pirrotta. Si è partiti dalle Lezioni americane di Calvino per coinvolgere poi gli spettatori nel racconto delle loro opere fondamentali.
E alla fine di questa due giorni a Mondello il comitato scientifico nella via dei librai (Giulio Pirrotta Francesco Lombardo e Giuseppe Scuderi) commentano così la nuova esperienza: “Come abbiamo ricordato più volte La Via dei Librai è la testimonianza di un processo, difficoltoso ma appassionante, nel quale l’azione della lettura vuole incrementare i processi di generazione e di sviluppo della città-comunità. Siamo convinti che il libro e la lettura costituiscono un valore che dal Cassaro attraversa la Città e si incontra con la realtà poliedrica delle periferie che accolgono con curiosità questa scelta trasformandola in opportunità, come è accaduto a Mondello”.

E tra i librai ecco la valutazione di Susan Vaccaro: “La mia è una libreria storica del Cassaro Alto e sono felice di avere condiviso questo percorso oltre il Cassaro. I libri ci avvicinano e ci trasformano in una vera comunità. Un esperimento che considero riuscito e che certamente proseguiremo nei prossimi mesi”.

Il presidente della Proloco di Mondello, Massimiliano Riina, conclude: “Personalmente mi ritengo soddisfatto del prototipo messo in piedi in questi due giorni a Mondello. I commercianti hanno apprezzato l’iniziativa e molti cittadini hanno gradito le presentazioni dei libri e la possibilità di scambio di opinioni con scrittori, librai ed editori. Sicuramente c’è qualcosina da regolare, ad esempio gli orari di esposizione (il caldo in alcune ore è un problema) ma nel complesso sono stati due giorni di cultura, confronto e soprattutto connessioni virtuose”.

Via dei librai – per Palermo. Il libro protagonista a Mondello (FOTO)

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Novità ed Eventi

Prende il via oggi la nuova avventura della Via dei librai – per Palermo. Prima tappa la piazza di Mondello che diventerà il centro culturale e commerciale di questo fine settimana in città: ci saranno gli stand delle librerie, gli autori per le presentazioni e naturalmente i libri. L’esperienza di sette anni vissuti nel Cassaro va dunque alla prova delle altre zone della città per esportare una formula di successo (sino a centomila presenze) che mette insieme la cultura e il commercio. Ne è convinta Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo he così spiega la sua adesione alla manifestazione: “Ci sono molti buoni motivi per sostenere “La Via dei Librai”, a cominciare dalla fondamentale difesa della cultura del libro su carta in un momento in cui l’offerta digitale è sempre più diffusa. Condivido lo spirito della manifestazione che, nei sette anni precedenti, ha saputo identificarsi con la tradizione storica del Cassaro Alto e che adesso propone una nuova location, diversamente suggestiva, come la piazza di Mondello, prima tappa di un percorso itinerante che coinvolgerà il territorio della provincia di Palermo”. Cambiare luoghi, dunque, mantenendo la stessa missione, e soprattutto cercando di dare un contributo reale ad un settore come quello del commercio, dalla presenza della fiera del libro, ad esempio, traggono vantaggio tante altre attività. E Patrizia Di Dio aggiunge: “La “Via dei Librai”, con le sue tante sfaccettature, è uno dei più calzanti esempi di rapporto diretto con il cliente, al quale viene offerta la possibilità di conoscere, informarsi, riflettere e poi scegliere anche grazie ai consigli del libraio di fiducia. Un po’ come avviene per il commercio di prossimità, che ci riguarda da vicino, dove puntiamo non soltanto alla vendita dei prodotti ma anche ai significati che essi contengono. Se la manifestazione ormai ha assunto una valenza sempre maggiore è proprio per la sua capacità di richiamare decine di migliaia di cittadini e di turisti, contribuendo alla valorizzazione del territorio e al miglioramento dell’offerta culturale della città”. Una doppia missione. E la sperimentazione inizia subito, da domani nella piazza di Mondello.

Ecco il programma:

venerdì 22

ore 10 inaugurazione letture per bambini a cura della scuola “Il Grande Albero” con l’associazione ABA Palermo

ore 18 Sandra Rizza “Nessuno escluso” ed. Ianieri. L’autrice dialoga con Claudia Mirto, a cura dell’Enoteca letteraria Prospero

ore 19 Carlo Di Franco “Itinerario gastronomico arabo-normanno”, a cura della Libreria Zacco

ore 20 Gian Mauro Costa “Luci di luglio” ed. Mondadori, l’autore dialoga con Daniele Billitteri, a cura della Libreria Vaccaro 

ore 21.30 Maurizio Carta “Homo urbanus. Città e comunità in evoluzione”, Donzelli editore

ore 22.30 happening Reading di poesie a cura del Gruppo di lettura di Spazio Cultura 

 

sabato 23

ore 10 Incontro tra associazione Cassaro Alto e Pro Loco Mondello

ore 17 Dimostrazione della tessitura manuale delle reti da pesca e della manifattura artigianale delle nasse per la pesca dei crostacei con Salvatore Arculeo, a cura della Pro Loco di Mondello

ore 18 Daniele Billitteri “Dal taccuino di un cronista felice” Carlo Saladino Editore, a cura della libreria Zacco

ore 20 Un libro ti cambia la vita. Gery Palazzotto e Donato Didonna dialogano sul tema a partire da “Lezioni americane” di Italo Calvino”, ed. Garzanti/Mondadori

ore 21.30 Roberto Tedesco “Falaride e la terra del mito”, ed. Spazio Cultura, a cura della Libreria Macaione

 

La Via dei Librai per Palermo, #Interconnessioni e snodi – Programma

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Novità ed Eventi

Definito il programma della manifestazione che si svolgerà attorno alla fontana della Sirenetta.

Librai e commercianti di Mondello e del Cassaro sperimentano per la prima volta la formula al di fuori del centro storico: due giorni di incontri tra gli stand  

Tutto pronto a Mondello per la prima Via dei librai – per Palermo. Sulla spinta del successo delle sette edizioni che si sono svolte in via Vittorio Emanuele, dove si sono registrate anche 100.000 presenze negli anni di maggiore partecipazione, l’associazione Cassaro Alto e il comitato della Via dei librai con Significa Palermo ETS sperimentano la formula della fiera del libro e degli incontri con l’autore anche lontano dal centro storico. Per questa prima uscita si è scelta la piazza di Mondello paese, luogo simbolo dell’estate palermitana, centro di una borgata marinara da sempre biglietto di visita della città soprattutto per la sua spiaggia che ha pochi eguali al mondo. Adesso la scommessa si sposta sulla cultura e sulla diffusione del libro portato in piazza dai librai, snodo di quel commercio di prossimità che rappresenta uno dei servizi essenziali perché una città possa dirsi veramente civile. L’impegno dei librai ha consentito, insieme alla Pro Loco di Mondello, di arrivare all’organizzazione di questo primo evento della Via dei librai – per Palermo che si svolgerà su due giornate, venerdì 22 e sabato 23 luglio.

 

Ecco il programma della manifestazione

venerdì 22

ore 10 inaugurazione

letture per bambini a cura della scuola “Il Grande Albero” con l’associazione ABA Palermo

ore 18 Sandra Rizza “Nessuno escluso” ed. Ianieri. L’autrice dialoga con Claudia Mirto, a cura dell’Enoteca letteraria Prospero

ore 19 Carlo Di Franco “Itinerario gastronomico arabo-normanno”, a cura della Libreria Zacco

ore 20 Gian Mauro Costa “Luci di luglio” ed. Mondadori, l’autore dialoga con Daniele Billitteri, a cura della Libreria Vaccaro 

ore 21.30 Maurizio Carta “Homo urbanus. Città e comunità in evoluzione”, Donzelli editore

ore 22.30 happening Reading di poesie a cura del Gruppo di lettura di Spazio Cultura 

 

sabato 23

ore 10 Incontro tra associazione Cassaro Alto e Pro Loco Mondello

ore 17 Dimostrazione della tessitura manuale delle reti da pesca e della manifattura artigianale delle nasse per la pesca dei crostacei con Salvatore Arculeo, a cura della Pro Loco di Mondello

ore 18 Daniele Billitteri “Dal taccuino di un cronista felice” Carlo Saladino Editore, a cura della libreria Zacco

ore 20 Un libro ti cambia la vita. Gery Palazzotto e Donato Didonna dialogano sul tema a partire da “Lezioni americane” di Italo Calvino”, ed. Garzanti/Mondadori

ore 21.30 Roberto Tedesco “Falaride e la terra del mito”, ed. Spazio Cultura, a cura della Libreria Macaione

 

Patrocini

Comune di Palermo, Città Metropolitana di Palermo, Confcommercio – Imprese per l’Italia – Palermo

Promotori e organizzatori

Comitato La Via dei Librai, Significa Palermo ETS, Associazione Cassaro Alto

Partner e sostenitori

Comune di Palermo, Città Metropolitana di Palermo, Confcommercio – Imprese per l’Italia – Palermo, A.L.I. Associazione Librai Italiani – Palermo, Pro Loco Mondello APS, Libreria Macaione, Prospero Enoteca letteraria, Libreria Vaccaro, Libreria Zacco, Corrimano Edizioni, Ottica Punto di Vista, Cappadonia Gelati

Espositori

  1. Libreria Macaione
  2. Prospero Enoteca letteraria
  3. Libreria Vaccaro
  4. Libreria Zacco
  5. Corrimano Edizioni
  6. Associazione Cassaro Alto
  7. A.L.I. Associazione Librai Italiani – Confcommercio Palermo 
  8. Pro Loco Mondello
  9. Significa Palermo ETS

Via dei Librai per Palermo, il 22 e 23 luglio a Mondello

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Novità ed Eventi

Primo appuntamento al di fuori della sede storica di via Vittorio Emanuele, attorno alla fontana della Sirenetta gli stand e una serie di presentazioni con gli autori

L’impegno è stato rispettato: la Via dei librai lascia temporaneamente la sua culla del Cassaro e affronta il mare aperto della città, delle periferie e della provincia. La prima tappa sarà nel prossimo fine settimana Mondello.
Spiega Giovanna Analdi, presidente dell’Associazione Cassaro Alto: “Abbiamo cercato di interpretare al meglio il tema dell’ultima edizione interconnessioni e snodi. Così abbiamo rivolto la nostra attenzione innanzitutto alle periferie. Ed è molto importante iniziare da Mondello che rappresenta durante l’estate un luogo di grande importanza per il commercio. E’ quindi un messaggio di unità con colleghi che svolgono questa attività di prossimità nella nostra borgata balneare. Non ci fermeremo sicuramente qui, ma andremo avanti anche con tappe al di fuori della città, convinti che la formula della Via dei librai è quella giusta per portare un prodotto culturale di vitale importanza come il libro a disposizione di tutti”.
E Giulio Pirrotta, Francesco Lombardo e Giuseppe Scuderi, del Comitato scientifico, aggiungono: “La via dei Librai da sette anni si identifica con una strada, un luogo geografico – via Vittorio Emanuele a Palermo, nel cuore della città storica. L’espressione, però, allo stesso tempo, si riferisce ad un sapere e ad un saper fare professionale e ad uno stile connotato culturalmente, che identifica coloro che, in mezzo tra l’autore e l’editore, da una parte, e i lettori, dall’altra, aiutano a coltivare la relazione tra gli attori della cultura della lettura, tra quelli che raccontano e quelli che leggono: il mestiere dei librai, appunto”.
Nicola Macaione, che rappresenta i librai, va oltre: “È una categoria professionale, quella dei librai, ma anche un profilo specifico del commercio di prossimità, di quella mediazione nel territorio che facilita e favorisce l’incontro tra i prodotti e i loro utilizzatori finali, i lettori. Il libraio conosce da dentro il mondo dei libri ed anche le tipologie dei lettori; ha imparato a riconoscere i tratti distintivi di un libro come quelli di un lettore, e sa dare suggerimenti utili, a richiesta. Per queste caratteristiche quella del libraio è una figura che può costituire davvero un riferimento per una comunità, che può diventare snodo di un sistema di relazioni ed interconnessioni – anche in piccolo – e che può favorire e rafforzare, tra l’altro, una modalità di approccio al mondo basata sulla conoscenza, sulla riflessione, sulla ricerca e sull’esplorazione, sull’ascolto e il confronto e sull’attenzione, che è la modalità che caratterizza l’attività della lettura”.
Appuntamento quindi venerdì 22 e sabato 23 luglio nella piazza di Mondello paese. il primo appuntamento de La Via dei Librai per Palermo avrà inizio la mattina alle 10 e poi si svolgerà nel pomeriggio con una serie di presentazioni alla quale parteciperanno gli autori ma anche con degli incontri in cui si affronterà il tema proposto in un libro che ha suscitato interesse e dibattiti. Nei prossimi giorni i dettagli dell’iniziativa con il calendario degli eventi e i nomi dei partecipanti tra i quali hanno già aderito Gian Mauro Costa, Sandra Rizza, Gery Palazzotto e Daniele Billitteri.

Al Fresco giardino&bistrot, presentazione del libro “Rinascere dalla mafia” di Toni Mira

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Novità ed Eventi

Organizzato dalla libreria Paoline di Palermo, domenica 17 luglio, alle ore 18, presso “Al Fresco giardino&bistrot”, in via Matteo Sclafani 1 (angolo via Biscottari) a Palermo sarà presentato il libro “Rinascere dalla mafia” di Toni Mira.

Intervengono Antonio Balsamo, presidente del Tribunale di Palermo, Michele Pennisi, amministratore apostolico dell’Arcidiocesi di Monreale, Francesco Citarda, presidente Coop. Placido Rizzotto – Libera Terra, Salvo Caradonna, socio fondatore e avvocato del Comitato Addiopizzo.

Introduce l’incontro Fernanda Del Monte, giornalista. Saluti di Nadia Lodato, Coop. Cotti in Fragranza e Salvo Gravano, curatore della rasseggna “Rivoluzione! Evoluzione?”.

L’incontro sarà moderato dalla giornalista Alessandra Turrisi. Sarà presente l’autore. In esposizione la mostra fotografica di Igor Petix “Trent’anni di cammino, su la testa!”.

 

 

398° Festino di Santa Rosalia, misure di sicurezza e regolamentazione vendita superalcolici

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Novità ed Eventi

Il sindaco di Palermo Roberto Lagalla ha firmato l’ordinanza n. 92 che, in occasione dei festeggiamenti relativi al 398° Festino di Santa Rosalia, prevede per il giorno 14 luglio 2022 e fino alle ore 03.00 del 15 luglio 2022:

il divieto di commercializzare bevande superalcoliche;
che la vendita di bevande commercializzate in contenitori di vetro e di alluminio sia effettuata solo dopo che le stesse siano state versate in contenitori biodegradabili e compostabili;
che le bevande contenute in bottiglie di plastica vengano private del tappo.

Tale divieto deve essere esteso a tutti gli esercenti pubblici, sia stanziali che ambulanti che operano nei sottoelencati siti e zone limitrofe:

– Corso Vittorio Emanuele, Piazza Marina, Via Cala, Foro Umberto I, Zona Piazza Kalsa, Via Lincoln, Zona Stazione Centrale (Piazza Giulio Cesare), Piazza Fonderia, Via Maqueda.

RAP dovrà provvedere al posizionamento di appositi carrellati, nei siti individuati dalla stessa RAP, per il conferimento di eventuali bottiglie e lattine portate al seguito dalla popolazione cittadina che parteciperà all’evento.

Tale servizio dovrà essere integrato con l’ausilio di altri veicoli della RAP il cui personale dovrà provvedere ripetutamente allo svuotamento dei predetti carrellati.

Inoltre, dalle ore 18.00 del 13 luglio 2022 fino alle ore 03.00 del 15 luglio 2022, e comunque sino a cessate esigenze, il provvedimento ordina di sospendere temporaneamente le concessioni di suolo pubblico rilasciate agli esercizi commerciali, con lo spostamento di tutti gli elementi di arredo, eventuali pedane e dehors presenti su Corso Vittorio Emanuele nel tratto tra Piazza del Parlamento e Foro Umberto I e nel raggio di 100 mt. dall’intersezione di ciascuna via adducente a tale asse.

Altresì, dalle ore 09.30 del 14/07/22 e fino alle ore 00.00 del 15/07/22, e comunque sino a cessata esigenza, si dovranno sospendere temporaneamente le concessioni di suolo pubblico rilasciate agli esercizi commerciali con lo spostamento di tutti gli elementi di arredo, delle eventuali pedane e dehors presenti su Via Maqueda da Piazza Sant’ Antonino fino all’altezza di Via Napoli e nel raggio di 100 mt. dall’intersezione di ciascuna via adducente a tale asse.

Infine, dalle ore 13.00 del 13/07/2022 e fino alle ore 03.00 del 15/07/2022, e comunque fino a cessata esigenza, si dovranno spostare le panchine, le fioriere e i cestini getta carta presenti su Corso Vittorio Emanuele nel tratto tra Piazza del Parlamento e Foro Umberto I e nel raggio di 100 mt. dall’intersezione di ciascuna via adducente a tale asse e Via Maqueda da Piazza Sant’ Antonino fino all’altezza di Via Napoli e nel raggio di 100 mt. dall’intersezione di ciascuna via adducente a tale asse.

Si incarica il COIME di provvedere allo spostamento delle panchine e al riposizionamento alla fine della manifestazione, e di rimuovere le barriere antiterrorismo presenti su Corso Vittorio Emanuele secondo le indicazione del Piano di Sicurezza redatto dalla Protezione Civile e in collaborazione con la stessa, e il riposizionamento al termine della manifestazione.

Si incarica l’Area del Verde di provvedere allo spostamento delle fioriere e al loro riposizionamento alla fine della manifestazione.

Si incarica la R.A.P. di provvedere allo spostamento dei cestini gettacarta e al loro riposizionamento alla fine della manifestazione.

398° Festino di Santa Rosalia, limitazioni traffico e occupazione viaria

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Novità ed Eventi

Nell’ambito delle manifestazioni in occasione del Festino di Santa Rosalia, poichè occorre prevedere limitazioni della circolazione e misure adeguate alla salvaguardia della pubblica incolumità, in considerazione della partecipazione di un numeroso pubblico, è stata emessa l’ordinanza n.854 del 08 luglio 2022 con le seguenti indicazioni:

Lungo il percorso del “Carro” della via Vittorio Emanuele dall’ingresso di porta Nuova alla Porta Felice e del Foro Umberto Primo dalla Porta Felice fino all’intersezione con la via Lincoln, nel periodo compreso tra il 14 luglio fino alle ore 24,00 di giorno 15 luglio 2022, sospensione della circolazione di tutti i monopattini e biciclette anche all’interno del perimetro del centro storico della città di Palermo. Contestualmente a partire dalle 18,00 del giorno 13 luglio e fino alle ore 24,00 del 14 luglio, dovranno essere rimossi dalla via Vittorio Emanuele e dai relativi marciapiedi tutti i dehors, espositori, pedane, paratie, ombrelloni, tavoli, sedie e quant’altro intralci lo svolgimento della manifestazione.

Corso Calatafimi tratto compreso tra il Corso Alberto Amedeo e il Vicolo a Porta Nuova: Istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta in ambo i lati dalle ore 14.00 del 13 luglio alle ore 24.00 del 15 luglio 2022.

398esimo Festino di Santa Rosalia, coinvolto anche il Cassaro Alto

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Novità ed Eventi

Anche la nostra associazione è stata coinvolta per la gestione del 398esimo Festino di Santa Rosalia.

Dopo il suo incontro in Prefettura ai lavori del tavolo tecnico sul Piano sicurezza necessario per il corretto svolgimento del Festino edizione 2022, il Sindaco di Palermo Roberto Lagalla ha convocato una riunione delle associazioni di categoria del Cassaro, coordinata dall’arch. Maurizio Carta, coordinatore del Comitato artistico istituzionale, cui abbiamo partecipato garantendo la massima collaborazione, per condividere tutte le azioni necessarie per la buona riuscita del Corteo .

L’obiettivo comune è che i vari momenti della manifestazione, previsti in particolare sulla via Vittorio Emanuele nelle giornate del 13 e del 14 luglio, possano consentire ai palermitani di vivere i festeggiamenti in condizioni di massima sicurezza.

Botteghe letterarie, il calendario del mese di luglio

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Novità ed Eventi

Continuano, sfidando il caldo, le Botteghe Letterarie, appuntamento sul Cassaro Alto de “La Via dei Librai” che prosegue il percorso che dura tutto l’anno con la prospettiva di recuperare la vocazione naturale dell’antico Cassaro alla promozione della cultura del libro valorizzando anche le botteghe e le attività dei soci.

Il calendario del mese di luglio propone:

martedì 5 luglio, ore 18 presso la Libreria Zacco, presentazione del libro “I fantasmi della monaca” di Salvo Piscopo, Porto Seguro Editore

mercoledì 13 luglio, ore 18 presso la Libreria Zacco, presentazione del libro “Federico II, il bambino che divenne imperatore” di Gino Pantaleone e Monica Saladino, Edizioni Ex Libris

sabato 16 luglio, ore 18, presso il bar/tabacchi Federico II, presentazione del libro “Come mafia non comanda” di Vincenzo Ceruso, Di Girolamo editore

giovedì 21 luglio, ore 18, presso la Libreria Zacco, presentazione del libro “Le ferite dell’essere” di Tregor Russo, Melcart Communication editore

giovedì 28 luglio, ore 18, presso la Libreria Zacco, incontro con lo scrittore Gabriele Mastropaolo

 

 

In arrivo la 398ma edizione del Festino in onore di Santa Rosalia

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Novità ed Eventi

Il Comune chiama a raccolta tutte le energie della città, delle istituzioni e della comunità, per celebrare in musica la 398ma edizione del Festino in onore di Santa Rosalia. Davanti al carro trionfale, sfileranno medici, infermieri, protezione civile, forze dell’ordine, Croce Rossa, in segno di riconoscenza per coloro che durante la pandemia hanno salvato vite umane a costo, spesso, della loro.

Alla presenza di Mons. Corrado Lorefice, Arcivescovo Metropolita di Palermo, del Sindaco di Palermo e della Città Metropolitana Roberto Lagalla e delle autorità cittadine e regionali, è stato presentato nel Salone Filangieri del Palazzo Arcivescovile il programma della 398ma edizione del Festino in onore di Santa Rosalia, la più alta espressione di devozione della città di Palermo per la sua Santa Patrona.

Un festino corale, ideato e condiviso da un gruppo di lavoro ampio e partecipato che ha collaborato a comporre e realizzare in tempi brevissimi il programma dell’edizione 2022 che affida alla musica il messaggio salvifico di superamento della pandemia. Dopo due anni di sospensione, il Festino torna tra la gente, dove da 398 anni rinnova il rito di rinascita della città, rappresentando e dando corpo alle sue diverse anime, alla sua natura laica e religiosa. Come da tradizione il carro trionfale sfilerà lungo il Cassaro il 14 luglio, attraverso un percorso musicale “a stazioni”, che partirà da Porta Nuova / Palazzo Reale e farà tappa alla Cattedrale, a Piazza Vigliena, all’incrocio con via Roma, alle Mura delle Cattive e, infine, giungerà al Palchetto della Musica per un ultimo saluto musicale prima degli attesissimi fuochi d’artificio. Davanti al carro, in prima fila lungo tutto il percorso, sfileranno medici, infermieri, protezione civile, forze dell’ordine, Croce Rossa, in segno di riconoscenza per coloro che durante la pandemia hanno salvato vite umane a costo, spesso, del-
la loro.

“Questo Festino – dice l’Arcivescovo, Mons. Corrado Lorefice, – soprattutto dopo gli anni di pandemia, con le conseguenze psicologiche, relazionali, economiche, sociali che ha causato – non può e non deve essere un motivo di evasione, di alienazione. Ma motivo di autentica festa. Ci chiede di cantare insieme – forti di un ritrovato senso comunitario e fraterno della vita – un inno di liberazione che nasca da cuori e mani che hanno deciso di coinvolgersi in un cammino di liberazione e di rinascita di questa nostra città amata da Rosalia. Amata da tutti noi, tranne da chi la vuole tenere in schiavitù. S. Rosalia vegli ancora su Palermo, dall’alto di Monte Pellegrino e dal Piano della nostra Cattedrale. Vegli su questa città e il suo vegliare sia nostra forza nell’impegno di dare motivi autentici e concreti di fiducia e di gioia ai nostri cari concittadini e alle nostre care concittadine”.
Il Sindaco di Palermo, Roberto Lagalla aggiunge – “Il ritorno del Festino lungo il Cassaro e al piano della Marina, vuole essere una potente, coinvolgente, corale ed emozionale rappresentazione della volontà di rinascita della città dopo i tempi cupi della pandemia, attraverso la compartecipazione creativa di diverse azioni orchestrate in una visione di futuro che pretende l’alleanza di tutte le energie della città, delle istituzioni e della comunità, e che usa e miscela tutte le componenti di una città intimamente cosmopolita, rimettendo insieme le diverse parti in un processo di potente integrazione, come avviene durante il bellissimo affollamento della processione del Festino”.

“CANTO CONTRO LA PESTE” è il titolo di questa edizione e “Nove orchestre e una preghiera” è il sottotitolo e la sintesi del programma artistico, un mosaico di contributi donati dalle principali istituzioni culturali della città. Per mettere in atto questa azione corale il Comune di Palermo ha attivato un gruppo di lavoro interno all’amministrazione (con il coordinamento organizzativo di Gaspare Simeti) e un comitato di direzione artistica, coordinato da Maurizio Carta, Prorettore dell’Università di Palermo, formato dall’Università degli Studi di Palermo, dalla Fondazione Teatro Massimo di Palermo, dall’Accademia di Belle Arti di Palermo, dalla Fondazione Teatro Biondo Stabile di Palermo, dal Conservatorio di Musica di Stato “Alessandro Scarlatti”, dalla Fondazione Federico II, dalla Fondazione The Brass Group e dalla Fondazione Sant’Elia, che hanno messo a disposizione le loro risorse umane, culturali e artistiche. A queste si vanno affiancando in progress altre istituzioni e soggetti culturali della città metropolitana con l’obiettivo di dar vita a un Festino che sia espressione di un modo collettivo di governo della città e di una politica che guarda al bene comune.

“Questa direzione artistica corale – dice Maurizio Carta coordinatore del Comitato artistico istituzionale, è l’occasione per riattivare il tavolo inter-istituzionale costituito per la designazione di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018 che è stata una potente comunità culturale e creativa per co-progettare futuro a partire dalla cultura e dalla creatività, potenti energie di questa città”.

Del lunghissimo elenco di protagonisti impegnati lungo il Cassaro, nelle nove stazioni previste dal percorso del Carro, fanno parte tra gli altri: Pamela Villoresi e Salvo Piparo (voci recitanti sul Carro), Miriam Palma, Maurizio Maiorana e Marta Piazza (voci soliste sul carro); i cori e le orchestre giovanili del Teatro Massimo (circa 160 elementi tra Kids e Youth Orchestra, Coro di voci bianche, Coro Arcobaleno e Cantoria), dirette dai Maestri Michele De Luca e Salvatore Punturo; la Marching Band del Brass Group; i professori e gli allievi dei Conservatori di Palermo (orchestra sul carro trionfale e Festinello); i professori e gli allievi del Conservatorio di Trapani (Festinello);

gli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Palermo (immagine coordinata del Festino, videomapping sulla facciata della Cattedrale, costumi, scenografie e light design) guidati dai docenti Fabrizio Lupo, Fausto Gristina, Luca Pulvirenti, Francesca Pipi, Martina Pecoraino, Sergio Daricello, Massimo Tomasino; la Fanfara dei Bersaglieri di Trapani guidata dal Sergente Maggiore Giuseppe Blunda; la Banda dei Tamburinari della Famiglia Auccello e tanti altri ancora …

Per questa edizione del Festino di Santa Rosalia sarà realizzato un documentario a cura del Centro Sperimentale di Cinematografia – Scuola Nazionale di Cinema-Sede Sicilia che “racconterà il fervore dell’attesa di una città che finalmente potrà rivivere con pienezza l’evento nel quale i palermitani si riconoscono ormai da 398 anni. I medici, gli infermieri e tutti coloro che ci hanno protetto in questo lungo periodo di contagi, si ritroveranno, insieme ai cittadini, nel cuore di un racconto che restituirà il sapore di un evento storico indimenticabile”.

I partner istituzionali e gli sponsor sostenitori al fianco del Comune di Palermo che hanno reso possibile il Festino 2022 sono: l’Arcidiocesi di Palermo, la Città Metropolitana di Palermo, l’Assessorato ai Beni Culturali e all’Identità siciliana della Regione Siciliana, la Soprintendenza ai Bb.Cc.Aa. di Palermo, la Fondazione Sant’Elia, il Centro Sperimentale di Cinematografia, la Cassa Edile Palermitana di Mutualità ed Assistenza, OSP servizi portuali, Gesap, AMG Energia, AMAP, AMAT, Sispi, RAP, Confcommercio Palermo, Palermo Mediterranea, Alessi, Damir e Sicily by Car.

“Il Festino di Santa Rosalia è più di una festa, – conclude il Sindaco Roberto Lagalla – è un grande momento comunitario che attrae, coinvolge, integra, abbraccia, pacifica. E’ un modo di essere di Palermo, che ogni anno rinnova il patto di comunità che le permette di rinascere dai problemi e tornare a guardare il futuro, insieme”.

Il gruppo di lavoro costituito sarà permanente e proseguirà già dal 16 luglio il lavoro di organizzazione della prossima edizione e, soprattutto, di quella del 2024, quando si celebreranno i 400 anni della Festa della Santuzza.